mercoledì 7 marzo 2012

Qual'è la scelta giusta...

...tra forzare un allenamento e riposare?
Domanda a dir poco angosciante! Ogni volta che il dilemma si propone io non so decidere, dentro di me cambio idea ogni secondo, tipo m'ama non m'ama, un continuo testa o croce...vado non vado...ma si che starò bene...e se peggioro?
Mi prendo in esame...mediocre triatleta, lavoro d'ufficio, due bimbe piccole (4 e 1 anni), moglie adorabile ma che un giorno si e l'altro pure scasserà i sentimenti sull'argomento sport. Scavare un allenamento al giorno con queste premesse è un'impresa non da poco, figuriamoci raddoppiare...figuriamoci nel weekend quando c'è un lungo, un combinato, una gara!  Poi ci sono i sensi di colpa perchè delle volte ti senti egoista a startene per i cavoli tuoi con i sacrosanti allenamenti perchè mancano 100 gg a Pescara, perchè senò chi ci mandi a fare l'Ironman? Insomma la boarder line è sottilissima ed il livello di guardia...codice rosso perenne! In tutta onestà il triathlon non mi sembra sia disciplina per scansa-fatiche, se ce n'è qualcuno si sta perdendo nel suo oblìo...quello che di lì a poco lo porterà a smettere, oppure ha talmenti tanti criceti che girano nella testa che seguirà un altro "passatempo"...già... per me invece è lifestyle! Il salto dell'allenamento è una scelta dolorosa, sofferta...seguita da innumerevoli e continui rimorsi!
Allora? Ci vuole tanto buon senso, intuito, razionalità...non bisogna "mentire alla persona che vediamo nello specchio" (Macca). In definitiva non c'è mai una risposta alla domanda che mi angoscia da lassù ^ ...!!!!
Mi si è riproposta oggi, ecco perchè mi trovo qui...ispirato a scriverne. Venerdi scorso ho nuotato, sabato bici leggera (2 ore) ed ho tolto un allenamento tosto di corsa perchè avrei fatto la mezza di Gorizia. Niente lungo e combinato nel weekend, ma la mezza è stata un ottimo surrogato...niente è più allenante della gara (...e si sa che non è mia!). Lunedi, stanco nuoto 3km piano e sciolto, ma avevo freddo...mi è montato sù un gran bel raffreddore! Forte, sempre più forte. Fisicamente ci stavo però....ma 'sto raffreddore? ...preso nella mezza? ...virus di mia figlia, giacchè se l'è portato dal nido? non lo so...ma fatico a dormire...vado avanti e martedi c'è un allenamento duro in piscina...3300 con parte centrale 400 - 200 e 4x100 in B2...tra i blocchi delle serie di pull e palette. Fatto...alla grande anche, 5:30 il 400, 2:35 il 200, 1:12 - 1:11 - 1:12 e 1:13 i 100. Dopo il raffreddore si sfogato in maniera esponenziale, testa cotta! Arrivo a casa e decido di non fare i rulli (1h e 30min di scheda tecnica con forza e trasformazione...dura). Io raddoppio solo il martedi, se non lo faccio lo perdo! ...arriva il m'ama non m'ama...nel frattempo mi attacco all'aerosol...15 minuti di soluzione salina e penso! Lo faccio! ...stanco ma ne esco indenne! ...solita nottataccia...e oggi corsa...ripetute...blocchi di 800 seguiti da 400 con pochissimo recupero...alla ricerca della resistenza della velocità (....sai che velocità!). Il raffreddore è ancora forte...lo trasformo in corsa scazzo? no...vado vado....faccio un blocco dai, poi vediamo! invece lo finisco, tutto...mi sento normalmente stanco...ma allo specchio prima della doccia non mi vedo granchè bene! solito pranzo tiepido nel tupperware mentre controllo i tempi delle ripetute, gli stessi dello stesso allenamento fatto mercoledi scorso...cioè stesse medie! ora mi sento bene, ma starò qui in ufficio fino alle 20:30, c'è ancora tempo per farsi venire la febbre a 42°C e confutare il fatto che stavolta CAZZO ho fatto bene a forzare!

PS: spero che basti per quest'anno...ho dato abbastanza...basta acciacchi, influenze e smaronate simili!!!

18 commenti:

  1. Ti dico la mia riguardo a malattie e varie: un corpo SANO ha tutta una serie di meccanismi utili a sconfiggere virus e simili, spesso però ce ne dimentichiamo!
    Esempio: prendi un virus, la febbre che ne consegue serve proprio a sconfiggerlo, infatti a temperature alte resiste meno... invece, cosa si fa di solito? Tachipirina per abbassare la temperatura, quindi gli fai solo che un favore... così invece che durarti 2 giorni, ti dura 5 giorni o più.
    Più medicine prendi, più il corpo si disabitua a combattere... se ci pensi il principio è lo stesso degli allenamenti... ;-)
    Un raffreddore dura tot giorni sia che non prendi niente, sia che prendi qualcosa... anzi ti assicuro che se non prendi niente ti dura meno! Starai peggio, ma per meno tempo!

    RispondiElimina
  2. Pitt, saggio e alternativo al tempo stesso...

    RispondiElimina
  3. Se ci pensi bene, la stragrande maggioranza dei farmaci (da banco, ma non solo...) serve solo a curare i sintomi, NON la malattia.
    Ascensore o scale? Divano o sveglia alle 4 AM per un lungo in bici?

    Quindi soffri e combatti!!! :-)

    RispondiElimina
  4. Accidenti....ti stai spianando la strada da mental coach!

    RispondiElimina
  5. sembrano frasi banali, ma anche io quest'anno, inserendo per la prima volta taaante sessioni rigeneranti,
    1non mi sono mai infortunato
    2non mi sono mai ammalato (stranissimo per me)
    3miglioro i tempi

    vedi tu...

    RispondiElimina
  6. Ce n'è per tutti i gusti effettivamente Stè, più che seduta rigenerante (sulla quale concordo in pieno con te!) è sull'allenarsi quando pensi di stare così male che non sai se poi starai peggio o no!

    RispondiElimina
  7. Qualche anno fa ("stranamente", prima di diventare podista...) mi venivano almeno due o tre raffreddori all'anno. M'imbottivo di spray nasali, pastiglie ecc. Mi durava una settimana, sopportabile ma fastidioso.
    Da quando non prendo niente di niente, a parte che ne faccio meno di uno all'anno, mi dura massimo due giorni (ok, d'inferno, naso chiuso e testa un pallone) e poi scompare...

    RispondiElimina
  8. Scusate l'intromissione, io di raffreddori purtroppo me ne intendo.... Niente spray, fanno male e fanno venire la tachicardia.No aerosol, ci vuole vapore caldo, non freddo come quello che spara il suddetto apparecchietto. Semmai i famosi "fumi", avete presente l'asciugamano sulla testa e la testa affondata in una pentola di accqua calda? Oppure, e questa è la strategia che uso io, lavaggi nasali con soluzione fisiologica molte volte al giorno e niente medicine. Tempo 3/4 giorni e ti rimette in piedi.... Fare sport quando si è raffreddati? Alle volte aiuta, ma se poi ti sale la febbre, lasciala sfogare per qualche giorno, ammenocchè non arriva a 40°C....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intromissione gradevole e di grande aiuto! :-) grazie Simona

      Elimina
    2. Concordo con Simona al 100%!

      Elimina
  9. Se saltavo qualche seduta lo scorso anno andavo in paranoia, quest'anno no. Giusto lunedì, arrivato al parcheggio della piscina manco sono sceso dalla macchina, sono ripartito e sono andato a casa a farmi un bel piatto di pasta.
    Forse ultimamente ascolto troppo il mio corpo, ma tutto alla fine è un gioco, fatto con passione e fatica, allenamenti e sudore, ma deve rimanere tale.
    Guardo mio figlio che ogni giorno cresce, in altezza e di testa, poi penso quanto tempo passo con lui, e lì i sensi di colpa di cui parlavi mi corrodono.
    Trovare il giusto equilibrio credo sia quasi impossibile con questo sport, il rapporto è sempre 80a20, basta contare le ore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo Gialuca. Io penso che la mia vita sia come un tavolino a tre gambe: famiglia, lavoro, triathlon...tutto il resto è sopra il tavolino...se una gamba viene meno crolla tutto...adesso magari qualche gamba sarà più robusta delle altre ma tutte e tre insieme reggono il tavolino e quello che ci sta sopra!

      Elimina
    2. Ecco dove sta il problema!!! Vorrei un tavolino con due sole gambe: famiglia e divertimenti vari. Così però non sta in piedi... :-(

      Elimina
    3. ...dovremmo suggerirlo a quelli dell'Ikea ;)

      Elimina
  10. Prima volta che ti leggo.
    Anch'io mi faccio un sacco di para quando devo saltare e fino a novembre credo che non sia successo quasi mai..poi l'infortunio al ginocchio ed è da 3 mesi che navigo a vista, corro, non corro, riposo, faccio palestra. inizio con il nuoto, scatta la scintilla del triathlon..bah...come dice Master, tutto è un gioco, però per noi è anche vita.
    Per quanto riguarda i sensi di colpa...ho parzialmente risoltoa allenandomi SOLO la mattina presto, anche la domenica e fin quando si tratta solo di corsa nessun problema.
    Anche in piscina riesco andarci prima dell'ufficio ma quando, e se, inizierò a pedalare seriamente allora qualche ora dovrò ritagliarmela.
    ah...sono sposato ma senza prole..per ora!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mauro...il ginocchio...qui hai un esperto di rotture, ne parlerò prossimamente quando scriverò il post sulla (MIA) corsa, ovviamente dopo quello sulla (mia) frazione bici.
      Non male il tuo programma settimanale, tanta (sana) invidia per chi si allena al mattino prima del lavoro, vorrei poterlo fare, ma mia moglie esce di casa alle 5 o rientra alle 6.30 per via dei turni...impossibile e per parecchio credo!

      Elimina