martedì 7 maggio 2013

IRON LAKE – CAMPIONATO ITALIANO TRIATHLON MEDIO 2013

“it’s something unpredictable, but in the end it’s right, I hope you have the time of your life”




Bicchiere pieno, tutto pieno!


Prendo tutto così com’è venuto perchè mi sta bene, sono contento, sono sereno. Ho lavorato bene, ho avuto la fortuna di arrivare puntuale al termine di un 3+1 fatto quasi ad hoc, certo non preparavo questa gara ma il periodo è venuto così. Ero pieno di lavori lunghi e di tanti km fatti in aprile quindi non avevo paura di scoppiare, al massimo avrei rallentato…e così è stato. Sono partito rassegnato a prendere secchi d’acqua viste le previsioni, avrei fatto un combinato lontano da casa in quel caso. Invece ogni attimo senza pioggia era uno stimolo per pestare sui pedali ancora più forte. Ho trovato la telefonata del Maestro al mattino della gara, di lì a poco sarei partito quindi ho potuto richiamarlo solo per raccontargli alla fine com’era andata…ma il solo disturbo che si era preso era motivazione per me. Come essere in compagnia di Carlo, compagno di squadra e ironman fortissimo, un talento puro dal quale assimilare ogni parola, gesto o anche solo intenzione o pensiero. Poi il debutto di Mattia ed i “monelli” S1 che avrebbero dovuto consegnarmi 30 minuti di distacco. La coppa di mia figlia fatta con i lego “papà questa è tua, ma devi vincere!”, le belle parole di mia moglie ed il calore delle persone a me più vicine e di chi si è ricordato, anche con una mail, di darmi un po’ di sostegno. Ho anche dormito la notte prima della gara, mi accade solo per sprint e olimpici.




Il bicchiere è pieno, anche se nel nuoto la mia crisi d’ansia è arrivata…brutta, Richi nuotava comodo in scia, due o tre tocchi ai miei piedi, le onde frontali a infastidire e mi devo fermare. Mi giro dietro e c’è un sacco di gente più la nuova batteria che sta per partire e sono in mezzo al lago con le onde e Richi “ non guardare dietro! Andiamo, andiamo!”, gli dico di andare, 10 bracciate a rana in cui respiro e ricostruisco i miei pensieri, penso alla mia muta nuova e riparto. Subdola ansia…so che tornerà, è arrivata quando credevo di essere già in gara quindi mi farò trovare pronto anche la prossima volta! …beh Richi poi l’ho anche superato tra le due boe seguenti.


Altra cosa gradita è stata il garmin che ha fatto cilecca sul multi sport, non sapevo quasi nulla di cosa facevo in bici, tranne la FC di cui non mi curavo minimamente, in discesa io mi cago sotto, là avrei recuperato, tutto il resto invece a spingere i pedali. Purtroppo poi sono riuscito ad impostarlo a “corsa” sull’ultima frazione e quindi un po’ mi sono controllato…ma sono tentatissimo di non metterlo su al prossimo appuntamento.


In definitiva sono contento per il primo pettorale dell’anno, ho rotto il ghiaccio e mi sono divertito. Sull’arrivo mi sono ricordato che la mia squadra stava vincendo il tricolore ed io vincevo la medaglia finisher con il sorriso di un campionato italiano di altissimo livello, così ho potuto avere la coppa che mia figlia aveva fatto per me.

21 commenti:

  1. siamo solo all'inizio...
    grande Luì ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero Alè!
      sotto a lavorare, garona la tua ;)
      hai fatto anche la passerella!

      Elimina
  2. 1) Bellissima la foto dell'arrivo, DEVI comprarla;

    2) da pelle d'oca la coppa fatta coi LEGO dalla figlia;

    3) hai dormito prima della gara!!!

    Visto quanti PB in una volta sola? Altro che bicchiere pieno, direi che "spandi" proprio... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella Pitt!

      1) sei juventino anche tu?
      2) la coppa è tanta roba, si
      3) ...e non ho nemmeno russato, lo ha fatto Carlo (sapevatelo!)

      nel complesso un bel weekend ;)
      peccato dover rientrare senza una fiorentina, un brunello....

      Elimina
    2. 1) parli di quella cosa dove persone in forma precaria corrono su un campo verde? Poi io giocavo a basket! ;-)
      2) da incollare i pezzi e metterla in bacheca!
      3) nooo che beffa, proprio la prima volta che dormi...

      Per il Brunello, non lo hai scritto a un cieco! :-P

      Elimina
    3. ultimamente i calciatori hanno migliorato di tanto la preparazione atletica, dai ;)
      viva il brunello ;)

      Elimina
    4. Diciamo che su 11... un buon 50% non lo vedo tanto bene...

      Elimina
  3. grandisssimo complimenti!!

    RispondiElimina
  4. Con questo tempo (meteo e crono) in fase di carico stai alla grande! Se venivi a Pescara prendevi la slot!

    RispondiElimina
  5. Visto che la testa aiuta? Mettici anche il buon sonno, la coppa di tua figlia (da brivido!), lo scudetto della Juve (massì, sapevatelo, sono interista!). Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La testa aiuta, ma deve funzionare bene
      :D ciao Simona

      Elimina
  6. Buona Gigione, pensieri positivi fanno bene a tutti .... un abbraccio Chicco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma proprio a tutti!
      un abbraccio anche a Voi

      Elimina
  7. Il Campionato Italiano di Triathlon su Lunga distanza, disputato domenica 5 maggio a Barberino del Mugello, va in onda in sintesi di 30 minuti su RAI Sport 1, sabato 11 maggio, alle ore 23.00 con il commento giornalistico di Riccardo Pescante. Buona vision

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già impostato il decoder per la registrazione, a quell'ora si ronfa alla grande!

      Elimina
  8. Gigi
    La coppa di tua figlia vale più di qualsiasi crono.
    Fabio Leoni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sante parole Fabio, la cosa più dura di una trasferta per me è quando le mie figlie non vengono con me.

      Elimina